...
opzioni di ricerca




Arte tribal africana - Bronzo:


Tikar Bronzo
Arte tribal africana > Bronzo > Tikar Bronzo

I Tikar abitano la parte occidentale del Camerun centrale che si trova all'interno della fitta foresta secondaria di media altitudine, lungo il corso del Mbam. All'interno di questo ecotono, la "piana del Tikar" (che prende il nome dai suoi attuali occupanti) costituisce una depressione che si appoggia rispettivamente a ovest e a nord sul massiccio del Mbam e sui primi contrafforti dell'altopiano di Adamaoua. Dal punto di vista etnico, gli attuali confini del paese Tikar coincidono con quelli dei Bamun a ovest (Foumban), dei Mambila a nord-ovest, dei Foulbé a sud, dei Babouté a sud-est (Yoko) e di piccoli gruppi individui (Djenti, ecc.) sparsi lungo i suoi confini.La struttura del regno è costituita da un grande chiefdom suddiviso in distretti: le residenze delle regine, dei figli e dei ...


Vedi il foglio

1450,00

Vere Statuetta
promo art africain
Arte tribal africana > Bronzo > Vere Statuetta

Statuetta africana raffigurante un soggetto dai tratti prominenti tra cui gli occhi a bulbo e una treccia sagittale che forma un cappio. Il soggetto adotta una postura insolitamente curva, con i pollici uniti estesi in avanti.
Il corpo è striato di segni scarificati. Patina marrone scheggiata.
I Vere, Verre , Were, Duru-Verre o anche Dii, vivono nel nord-est della Nigeria, nello stato di Adamawa (ex Gongola) e nel nord del Camerun. Questa piccolissima popolazione vive in capanne circolari raggruppate in villaggi fortificati.
Le statuette Vere, la cui funzione rimane sconosciuta, sono rare e presentano analogie con le opere prodotte dai Mumuye, loro vicini stretti stabiliti tra Nigeria e Camerun.


Vedi il foglio

290,00  232,00

Yoruba Bronzo
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Yoruba Bronzo

Queste ultime sculture, realizzate alla morte del re, rappresentano un'oba il cui collo è circondato da molteplici collane di perle di corallo. Il suo copricapo "oro" è sormontato da un'escrescenza su cui compare il re seduto con la sua spada cerimoniale.
Patina marrone, riflessi dorati.
L'arte africana del Benin è descritta come arte di corte perché è strettamente associata al re, noto come Oba. La tradizione degli oggetti di corte in bronzo del regno del Benin risale al XIV secolo. Le numerose teste e statue in lega di bronzo realizzate dagli artisti del Benin erano riservate all'uso esclusivo degli abitanti del palazzo reale e, il più delle volte, poste sugli altari consacrati da ogni nuovo Oba. Questi altari rettangolari erano sormontati da teste, statue, zanne in ...


Vedi il foglio

Venduto

Bronzes Dogon Statuette
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Bronzes Dogon Statuette

Sculture in bronzo riferite agli antenati primordiali dei Dogon. Queste statue Dogon africane, in bronzo, evocano infatti i Nommos, esseri mitici all'origine della creazione tra i Dogon del Mali. Patina verdastra.

I Dogon sono un popolo rinomato per la loro cosmogonia, il loro esoterismo, i loro miti e leggende. La loro popolazione è stimata in circa 300.000 anime che vivono nel sud-ovest dell'ansa del Niger nella regione di Mopti in Mali (Bandiagara, Koro, Banka), vicino a Douentza e parte del Burkina settentrionale (a nord-ovest di Ouahigouya). Resti di antiche acciaierie sull'altopiano di Bandiagara, risalenti al XV secolo, confermano l'attività dei fabbri. Questi ultimi formano una casta endogama tra i Dogon chiamata irim Ora producono armi, strumenti e lavorano anche il ...


Vedi il foglio

Venduto

Bénin Testa
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Bénin Testa

L'arte africana del Benin, un'arte di corte strettamente associata al re Oba, risale al XIV secolo. Le numerose teste e statue in lega di bronzo realizzate dagli artisti del Benin erano riservate all'uso esclusivo degli abitanti del palazzo reale e poste sugli altari consacrati da ogni nuovo Oba. Questa tarda scultura figurativa, che ricorda quelle realizzate in occasione della morte dei sovrani, riproduce anche in avorio i "mascheri-cintura pendenti". Il viso dai lineamenti delicati è ornato da elementi che riproducono le collane di perle di corallo e gli ornamenti degli Obas del Benin. Questa sarebbe la regina Benin chiamata Iyoba Idia.
Dopo la nascita del futuro re, la regina fu "rimossa" dal potere e non poté più essere padre. Ma alla fine del XV secolo l'Oba Esigie si rifiutò ...


Vedi il foglio

Venduto

Feticcio Damasaka
Arte tribal africana > Bronzo > Feticcio Damasaka

Estratto da una collezione d'arte tribale africana belga di 16 pezzi che rappresentano soggetti diversi.

Questa scultura zoomorfa proviene dalla Nigeria nord-orientale vicino al lago Ciad, intorno a Maiduguri, nello stato del Borno, attualmente relativamente inaccessibile perché controllato da gruppi islamici armati. La lingua dominante è Kanuri.
È un pezzo raro, associato agli spiriti protettivi, che veniva sepolto nel terreno per preservare i raccolti da animali o ladri. Le famiglie Damasaka, un gruppo etnico minoritario molto poco conosciuto nella regione, avevano questo tipo di oggetto rituale. Non abbiamo informazioni su di loro. La scultura forma una dettagliata rappresentazione figurativa di un cinghiale. Sul soggetto rimangono escrescenze solide di aspetto ...


Vedi il foglio

780,00

Dogon Bronzo
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Dogon Bronzo

Arte africana Dogon
Testimone della scultura in bronzo dei Dogon, questo soggetto offre una caratteristica morfologia slanciata. Il personaggio illustra un antenato protettivo, o un essere mitico della cosmogonia Dogon. Patina verde chiaro abbastanza localmente ocra.
I Dogon sono un popolo rinomato per la loro cosmogonia, i loro miti e leggende, che vivono nel sud-ovest dell'ansa del Niger nella regione di Mopti in Mali e parte del nord del I villaggi sono spesso arroccati in cima ai ghiaioni sul fianco delle colline, secondo un'architettura unica. La storia delle migrazioni e degli insediamenti Dogon (una decina di gruppi principali, una quindicina di lingue diverse) poggia su diverse ipotesi. Per alcuni storici, i Dogon sarebbero fuggiti da un'area a ovest della loro ...


Vedi il foglio

Venduto

Feticcio del bronzo della Nigeria
Arte tribal africana > Bronzo > Feticcio del bronzo

Estratto da una collezione d'arte tribale africana belga di 17 pezzi che rappresentano diversi animali.

Questo oggetto proviene dalla Nigeria nord-orientale vicino al lago Ciad, intorno a Maiduguri, nello stato del Borno, attualmente relativamente inaccessibile perché controllato da gruppi islamici armati. La lingua dominante è Kanuri.
È un pezzo raro, associato agli spiriti protettivi, che veniva sepolto nel terreno per preservare i raccolti da animali o ladri. Le famiglie Damosaka, un gruppo etnico minoritario molto poco conosciuto nella regione, avevano questo tipo di oggetto rituale. Non abbiamo informazioni su di loro. La scultura forma una rappresentazione figurativa dettagliata di una rana che offre proporzioni realistiche. Sulla schiena del soggetto rimane ...


Vedi il foglio

780,00

Feticcio di bronzo protettivo Nigeria
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Feticismo di Damosaka

Estratto da una collezione d'arte tribale africana belga di 17 pezzi che rappresentano diversi animali.

Questo oggetto proviene dalla Nigeria nord-orientale vicino al lago Ciad, intorno a Maiduguri, nello stato del Borno, attualmente relativamente inaccessibile perché controllato da gruppi islamici armati. La lingua dominante è Kanuri.
È un pezzo raro, associato agli spiriti protettivi, che veniva sepolto nel terreno per preservare i raccolti da animali o ladri. Le famiglie Damosaka, un gruppo etnico minoritario molto poco conosciuto nella regione, avevano questo tipo di oggetto rituale. Non abbiamo informazioni su di loro. La scultura forma una rappresentazione figurativa dettagliata di un cinghiale che offre proporzioni realistiche. Una crescita dall'aspetto ...

Ogboni Emblemi
promo art africain
Arte tribal africana > Gioielli africani > Ogboni Emblemi

Questi bastoncini con un motivo figurativo che formano l'Edan, scolpito in bronzo, erano indossati come ciondolo al collo dai membri della società Ogboni. Patina marrone cachi, tracce di ossidazione. Altezza su base: 25 cm.
La società segreta Ogboni o Oshugbo è una delle più famose società di culto religioso Yoruba. Alcuni hanno suggerito che le rappresentazioni femminili e maschili potrebbero alludere al cielo come entità maschile e alla terra che simboleggia la femminilità, o alla coppia fondatrice della società umana. Sebbene alcune opere di Ogboni siano in legno, terracotta o avorio, la maggior parte è realizzata in ottone rinforzato con ferro, che ha un legame con Osun, la dea del fiume e della fertilità. Il ferro è anche sacro a Osun, dio degli strumenti e delle armi. ...


Vedi il foglio

380,00  304,00

Feticcio di bronzo protettivo Nigeria
Arte tribal africana > Bronzo > Damosaka in bronzo

Estratto da una collezione d'arte tribale africana belga di 17 pezzi che rappresentano diversi animali.

Questo oggetto proviene dalla Nigeria nord-orientale vicino al lago Ciad, intorno a Maiduguri, nello stato del Borno, attualmente relativamente inaccessibile perché controllato da gruppi islamici armati. La lingua dominante è Kanuri.
È un pezzo raro, associato agli spiriti protettivi, che veniva sepolto nel terreno per preservare i raccolti da animali o ladri. Le famiglie Damosaka, un gruppo etnico minoritario molto poco conosciuto nella regione, avevano questo tipo di oggetto rituale. Non abbiamo informazioni su di loro. La scultura forma una rappresentazione figurativa dettagliata di un ippopotamo che offre proporzioni realistiche. Patina granulosa spessa. Una ...


Vedi il foglio

780,00

Testa d altare commemorativa del Benin
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Capo Benin

Indossando una rete da pesca realizzata con perline di corallo, questa testa di tipo tardo rappresenta un dignitario del Benin. Simbolo di ricchezza, questo corallo riservato ai re e ai dignitari del palazzo doveva essere regolarmente unto con il sangue delle vittime per acquisire potere magico. Patina scura, riflessi ocra.
Le numerose teste e statue in bronzo realizzate a cera persa dagli artigiani del Benin erano riservate all'uso esclusivo degli abitanti del palazzo reale e, il più delle volte, poste su altari consacrati da ogni nuovo oba, re dell'etnia. . Questi altari rettangolari erano sormontati da teste, statue, zanne d'avorio scolpite, campane e doghe. L'Oba commemorato è stato così oggetto di offerte per entrare in contatto con il suo spirito. Un'altra tradizione evoca ...

Feticcio protettivo in bronzo Nigeria
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Bronzo animale

Oggetto proveniente dalla Nigeria nord-orientale vicino al lago Ciad, intorno a Maiduguri, nello stato del Borno relativamente inaccessibile perché controllato da gruppi islamici armati. La lingua dominante è Kanuri.
È un pezzo raro, associato agli spiriti protettivi, che veniva sepolto nel terreno per preservare i raccolti da animali o ladri. Le famiglie Damosaka, un gruppo etnico minoritario molto poco conosciuto nella regione, avevano questo tipo di oggetto rituale. Non abbiamo informazioni su di loro. La scultura consiste in una rappresentazione figurativa e abbastanza dettagliata di un ariete che offre proporzioni realistiche. Grappoli di metallo dall'aspetto spugnoso rimangono sulla schiena del soggetto e tra le zampe anteriori. Una patina di verderame appare sotto una ...

Sango, Sangu, figura reliquiaria di Mbumba
oggetto venduto
Arte tribal africana > Reliquiari > Sangu reliquiaria

.

Eccezionale scultura reliquiario in Sango che offre una testa appoggiata su un lungo collo circondato da metallo. Il corpo radicalmente astratto si dispiega a forma di diamante, seguendo la classica struttura delle figure reliquiari.
Tra il gruppo Shira-Punu, I Massango, Mashango, Sango, Sangu, si stabilirono sul massiccio del Chaillu in Gabon e nella provincia di Ngounié. L'uso di cesti e anche fasci di reliquiari con le ossa del defunto, su cui erano intronizzate sculture di questo tipo, era diffuso in tutto il Gabon, tra i Fang, i Kota, ma anche i Mitsogho e i Massango> , in cui questo culto prende il nome di Bumba , Mbumba. Le sculture che svolgevano il ruolo di "medio" tra i vivi e i morti che vegliavano sui discendenti, erano associate ai riti bwete tra i ...

Volete nascondere gli articoli venduti? Se sì, clicca QUI
Testa commemorativa Ilé-Ifé Yoruba
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Testa Yoruba

Nell'arte africana, il movimento artistico di cui queste sculture fanno parte porta il nome dell'antica capitale religiosa della Nigeria, Ifè, una delle tante città-stato fondate dagli Yoruba. Questa civiltà è succeduta alla civiltà Nok. Questa città-stato di Ilé-Ifé, la cui ascesa culminò dal XII al XV secolo, aveva una tradizione artistica di ritratti reali intrisi di realismo, effigi funebri in bronzo ma anche in terracotta. Le pieghe parallele tracciate sul collo avrebbero evocato le pieghe della carne dei notabili facoltosi, e le parti scavate che l'accompagnavano avrebbero dovuto servire per fissare il velo di perline del re. Le linee parallele del volto rappresentano le tradizionali scarificazioni. Le aperture intorno alla bocca rappresentavano probabilmente una barba creata ...

Coppia di leopardi del Benin in bronzo
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Benin bronzo

L'arte sontuosa tribale del Benin.
Prima della distruzione del palazzo del Regno del Benin nel 1897, il carattere divino dei re, gli Oba, era illustrato da molteplici opere che ne celebravano il potere. Scene di guerra furono riprodotte su targhe narrative, in bronzo, e affisse alle pareti. Sontuosi altari in bronzo, figure commemorative di capi defunti, pesanti bracciali, cavigliere e recades sono stati prodotti in quantità in molte fonderie con la tecnica della fusione a cera persa. L'uccisione del re degli animali legati alle leggende, il leopardo, era un privilegio del capo, l'Oba. Il felino potrebbe quindi servire come offerta per il culto della testa del capo. A volte addomesticato da varie corporazioni reali, accompagnava il capo nei suoi viaggi. L'Oba, chiamato "figlio del ...

Coppia di leopardi del Benin in bronzo
oggetto venduto
Arte tribal africana > Bronzo > Benin bronzo

Bronzo nell'arte africana del Regno del Benin
Prima della distruzione del palazzo del regno del Benin nel 1897, il carattere divino dei re, gli Oba, era illustrato da molteplici opere che ne celebravano il potere. Scene di guerra che le glorificavano furono riprodotte su targhe narrative, in bronzo, e affisse alle pareti. Sontuosi altari in bronzo, figure commemorative di capi defunti, maestosi felini, pesanti bracciali, cavigliere e recades sono stati prodotti in quantità in numerosi laboratori di fonderia con la tecnica della fusione a cera persa. L'uccisione del re degli animali legati alle leggende, il leopardo, era un privilegio del capo, l'Oba. Il felino potrebbe quindi servire come offerta per il culto della testa del capo. A volte addomesticato da varie corporazioni reali, ...





Ultimi articoli che hai visualizzato:
Arte tribal africana  - 

© 2023 - Digital Consult SPRL

Essentiel Galerie SPRL
73A Rue de Tournai - 7333 Tertre - Belgique
+32 (0)65.529.100
visa Master CardPaypal