...
opzioni di ricerca




Arte tribal africana - Bronzo:


Kota Scultura
Arte tribal africana > Statue > Kota Scultura

Ex collezione d'arte africana francese, il nome di questo famoso collezionista sarà comunicato all'acquirente.
Simboleggia secondo alcuni autori il serpente naja, questa scultura africana in legno, con doppie facce placcate con listelli e fogli di metallo, è caratteristica dei Mahongwe dell'estremo nord. è il Gabon, al confine con il Congo. Nei templi dei villaggi erano custoditi cesti contenenti le reliquie degli antenati illustri, generalmente sormontati da due reliquiari. Uno di loro incarnava il fondatore della stirpe e il secondo i suoi discendenti.
Il culto degli antenati, il bwete (Nord Kota) era al centro della vita sociale e religiosa dei Kota e presenta molte analogie con quello dei < b> i>Zanna. Alla presenza esclusiva degli iniziati, le decisioni più importanti ...


Vedi il foglio

750,00

Statua Tikar in bronzo
Arte tribal africana > Reparti di maternità > Statua Tikar

Ghisa raffigurante una madre o una regina circondata da bambini o soggetti, tipica della statuaria Tikar. Patina scura con riflessi ramati.
Situata nella regione di confine della Nigeria, la provincia nordoccidentale del Camerun, la Grassland è costituita da diverse etnie: Tikar, Anyang, Widekum, Chamba, Bamoun e Bamileke. I capi delle Grasslands camerunesi, i Fon , considerati custodire tesori d'arte, tra cui bracciali, collane, statue, campane, valorizzavano fonditori e scultori al servizio del regno. Queste produzioni, senza le quali il capo perdeva il suo prestigio, miravano a magnificare il ruolo del fon. La tecnica utilizzata era la fusione a cera persa, le decorazioni variavano a seconda dello status del destinatario a cui il re desiderava concedere una ricompensa. I ...


Vedi il foglio

1450,00

Bronzo del Benin
Arte tribal africana > Bronzo > Bronzo del Benin

Scultura tarda in lega di bronzo di tipo Benin, raffigurante un re o "oba" che brandisce una lancia e la spada cerimoniale "eben".
Patina nera opaca.
Prima della distruzione del palazzo del Regno del Benin nel 1897, il carattere divino dei re, gli Oba, era illustrato da molteplici opere che celebravano il loro potere. Scene guerresche erano riprodotte su placche narrative in bronzo e affisse alle pareti. Sontuosi altari in bronzo, figure commemorative dei capi defunti, pesanti braccialetti, cavigliere e recadi venivano prodotti in quantità in numerosi laboratori di fonderia utilizzando la tecnica della fusione a cera persa. Le numerose teste e statue in ottone realizzate dagli artisti del Benin erano riservate all'uso esclusivo degli abitanti del palazzo reale e, il più delle ...


Vedi il foglio

2500,00

Feticcio Damasaka
Arte tribal africana > Bronzo > Feticcio Damasaka

Estratto da una collezione d'arte tribale africana belga di 16 pezzi che rappresentano soggetti diversi.

Questa scultura zoomorfa proviene dalla Nigeria nord-orientale vicino al lago Ciad, intorno a Maiduguri, nello stato del Borno, attualmente relativamente inaccessibile perché controllato da gruppi islamici armati. La lingua dominante è Kanuri.
È un pezzo raro, associato agli spiriti protettivi, che veniva sepolto nel terreno per preservare i raccolti da animali o ladri. Le famiglie Damasaka, un gruppo etnico minoritario molto poco conosciuto nella regione, avevano questo tipo di oggetto rituale. Non abbiamo informazioni su di loro. La scultura forma una dettagliata rappresentazione figurativa di un cinghiale. Sul soggetto rimangono escrescenze solide di aspetto ...


Vedi il foglio

780,00

Tikar Bronzo
Arte tribal africana > Bronzo > Tikar Bronzo

I Tikar abitano la parte occidentale del Camerun centrale che si trova all'interno della fitta foresta secondaria di media altitudine, lungo il corso del Mbam. All'interno di questo ecotono, la "piana del Tikar" (che prende il nome dai suoi attuali occupanti) costituisce una depressione che si appoggia rispettivamente a ovest e a nord sul massiccio del Mbam e sui primi contrafforti dell'altopiano di Adamaoua. Dal punto di vista etnico, gli attuali confini del paese Tikar coincidono con quelli dei Bamun a ovest (Foumban), dei Mambila a nord-ovest, dei Foulbé a sud, dei Babouté a sud-est (Yoko) e di piccoli gruppi individui (Djenti, ecc.) sparsi lungo i suoi confini.La struttura del regno è costituita da un grande chiefdom suddiviso in distretti: le residenze delle regine, dei figli e dei ...


Vedi il foglio

1450,00

Feticcio del bronzo della Nigeria
Arte tribal africana > Bronzo > Feticcio del bronzo

Estratto da una collezione d'arte tribale africana belga di 17 pezzi che rappresentano diversi animali.

Questo oggetto proviene dalla Nigeria nord-orientale vicino al lago Ciad, intorno a Maiduguri, nello stato del Borno, attualmente relativamente inaccessibile perché controllato da gruppi islamici armati. La lingua dominante è Kanuri.
È un pezzo raro, associato agli spiriti protettivi, che veniva sepolto nel terreno per preservare i raccolti da animali o ladri. Le famiglie Damosaka, un gruppo etnico minoritario molto poco conosciuto nella regione, avevano questo tipo di oggetto rituale. Non abbiamo informazioni su di loro. La scultura forma una rappresentazione figurativa dettagliata di una rana che offre proporzioni realistiche. Sulla schiena del soggetto rimane ...


Vedi il foglio

780,00

Ogboni Emblemi
Arte tribal africana > Gioielli africani > Ogboni Emblemi

Questi bastoncini con un motivo figurativo che formano l'Edan, scolpito in bronzo, erano indossati come ciondolo al collo dai membri della società Ogboni. Patina marrone cachi, tracce di ossidazione. Altezza su base: 25 cm.
La società segreta Ogboni o Oshugbo è una delle più famose società di culto religioso Yoruba. Alcuni hanno suggerito che le rappresentazioni femminili e maschili potrebbero alludere al cielo come entità maschile e alla terra che simboleggia la femminilità, o alla coppia fondatrice della società umana. Sebbene alcune opere di Ogboni siano in legno, terracotta o avorio, la maggior parte è realizzata in ottone rinforzato con ferro, che ha un legame con Osun, la dea del fiume e della fertilità. Il ferro è anche sacro a Osun, dio degli strumenti e delle armi. ...


Vedi il foglio

380,00

Feticcio di bronzo protettivo Nigeria
Arte tribal africana > Bronzo > Damosaka in bronzo

Estratto da una collezione d'arte tribale africana belga di 17 pezzi che rappresentano diversi animali.

Questo oggetto proviene dalla Nigeria nord-orientale vicino al lago Ciad, intorno a Maiduguri, nello stato del Borno, attualmente relativamente inaccessibile perché controllato da gruppi islamici armati. La lingua dominante è Kanuri.
È un pezzo raro, associato agli spiriti protettivi, che veniva sepolto nel terreno per preservare i raccolti da animali o ladri. Le famiglie Damosaka, un gruppo etnico minoritario molto poco conosciuto nella regione, avevano questo tipo di oggetto rituale. Non abbiamo informazioni su di loro. La scultura forma una rappresentazione figurativa dettagliata di un ippopotamo che offre proporzioni realistiche. Patina granulosa spessa. Una ...


Vedi il foglio

780,00





Ultimi articoli che hai visualizzato:
Arte tribal africana  - 

© 2024 - Digital Consult SPRL

Essentiel Galerie SPRL
73A Rue de Tournai - 7333 Tertre - Belgique
+32 (0)65.529.100
visa Master CardPaypal