...
opzioni di ricerca




Arte tribal africana - Sedie:


Bushinenge Sgabello
Arte tribal africana > Arte del mondo > Bushinenge Sgabello

Questo vecchio sgabello in legno intagliato costituisce un esempio di scultura tribale marrone. La seduta rettangolare e concava poggia su due assi verticali collegate da blocchi più piccoli. I motivi decorativi, cesellati sulla superficie, sono impreziositi da borchie regolari. Abrasioni discrete.
Nel XVII secolo, gli schiavi neri africani, fuggiti dalle piantagioni della Guyana olandese, fuggirono nelle remote foreste del Suriname, sulle rive del Maroni. Chiamati "neri marroni", "marroni", i Bushinengé, discendenti di questi schiavi, sono all'origine dell'arte ancestrale Tembé che si accompagna a motivi che compongono un vero linguaggio pittorico.


Vedi il foglio

280,00

Dogon Sgabello
Arte tribal africana > Sedie > Dogon Sgabello

Versione ridotta per questo vecchio sgabello Dogon sorretto da quattro figure geometriche che incarnano il mitico antenato Nommo. I contorni della seduta piatta e ovale sono incisi con simbolici motivi lineari. Per consolidare la struttura sono state utilizzate grandi graffette metalliche. Patina opaca vellutata, abrasioni. Crepe.
I Dogon sono un popolo rinomato per la loro cosmogonia, il loro esoterismo, i loro miti e leggende. La loro popolazione è stimata in circa 300.000 anime che vivono nel sud-ovest dell'anello del Niger nella regione di Mopti del Mali (Bandiagara, Koro, Banka), vicino a Douentza e parte del Burkina settentrionale (a nord-ovest di Ouahigouya). I paesi sono spesso arroccati in cima ai ghiaioni sul fianco delle colline, secondo un'architettura unica. La storia ...


Vedi il foglio

340,00

Luguru Trono
Arte tribal africana > Sedie > Luguru Trono

Ex prestigiosa sede antropomorfa. I motivi tradizionali sono alternativamente cesellati sulla superficie. Le pupille del soggetto erano originariamente tempestate di perle. Il sedile circolare è leggermente concavo, sorretto da una base traforata. Patina marrone sfumata, erosioni e abrasioni dovute all'uso.
Nella regione costiera meridionale della Tanzania, intorno a Dar-es-Salaam, un gruppo relativamente omogeneo ha prodotto la maggior parte delle produzioni artistiche. Comprende Swahili, Kaguru, Doé, Kwéré, Luguru, Zaramo, Kami. Presso queste popolazioni i seggi sono troni destinati ai capi di stirpe, ognuno dei quali è sotto la protezione di uno spirito tutelare. Questi sgabelli erano messi da parte nei santuari chiamato kolelo, custodito dai sacerdoti.


Vedi il foglio

750,00

Luba Sgabello
Arte tribal africana > Sedie > Luba Sgabello

Prestigiose sculture nell'arte africana. Una figura africana sfoggia un'acconciatura stile Shankadi. Il soggetto formerebbe il "recipiente di un capo sovrano defunto" (Luba, Roberts). Le prominenti scarificazioni convergenti verso l'ombelico, "centro del mondo" associato al lignaggio, testimoniano nozioni di fertilità. Questo sgabello in miniatura chiamato lupona , o kioni ,kipona , kiona , a seconda della fonte, costituisce il punto d'incontro del sovrano, del suo popolo, degli spiriti protettori e degli antenati, dove passato e presente si mescolano simbolicamente e spiritualmente. Un tempo costituiva il seggio su cui era intronizzato il re. I sedili furono sistemati su pelli di leopardo durante l'investitura del nuovo capo. Solo dopo essersi seduto lì il suo discorso assunse un ...


Vedi il foglio

290,00





Ultimi articoli che hai visualizzato:
Arte tribal africana  - 

© 2024 - Digital Consult SPRL

Essentiel Galerie SPRL
73A Rue de Tournai - 7333 Tertre - Belgique
+32 (0)65.529.100
visa Master CardPaypal